[cestino] À bout de souffle (fino all'ultimo respiro) #16 { prodotti finiti settembre-dicembre 2016 }

2 comments
Momento, momento, momento: è davvero possibile che io non abbia più scritto di prodotti finiti da agosto? Ovvero che il tempo sia volato così, and it's so crazy? Pare proprio di sì: ho saltato un giro, e ora mi ritrovo con un vagone di roba a cui affibbiare il fatidico marchio del top o del flop, nella mia magica scatola contieni-contenitori-vuoti. Quindi, per non perdere inutilmente altro tempo, chiudo la rassegna dei cosmetici usati nel 2016 con un post as usual alluvionale.



Una vagonata di flaconi e barattoli vuoti attende pazientemente di essere descritta: fortunatamente di quasi tutti i prodotti in elenco ho già scritto recensioni più o meno complete, che puntalmente linkerò per non tediare la malcapitata lettrice con ripetizioni inutili.
HAIRCARE
Inizio da una delle categorie che più mi stanno a cuore, vecchia tricomaniaca che non sono altro: i prodotti per la pulizia e la cura dei capelli. La sezione è ricca di shampoo, come facilmente si noterà dalla foto sottostante, ma devo ahimè scrivere che in questo segmento le mie esperienze dei mesi appena trascorsi non sono state granchè positive. Tra tutti, gli unici che mi hanno colpita e che sicuramente riacquisterei sono Organic Jojoba and Orchid di Organic Shop, che ho trovato fenomenale soprattutto se rapportato al prezzo piccolissimo (qui il post dedicato al mio megahaul ecobio su Bioemporio Natura, dove ho acquistato anche questo shampoo a 2,40 ) e il Fisio Shampoo all'Olio di Argan di Omia, indicato per persone con capelli secchi spenti e fragili e cuoio capelluto delicato, che ha un buon potere nutriente e lisciante, una formulazione semplice ed efficace e si reperisce facilmente al supermercato (4,95 €).


Benino, ma non benissimo lo shampoo ristrutturante di BioTe* (qui il sito dove reperirlo e la descrizione INCI, per 11,90 €), di cui ho apprezzato molto il profumo e il potere detergente ma che nonostante la diluizione mi ha sempre lasciato i capelli un po' rigidi (forse per via della cheratina), poco morbidi e molto appesantiti. Problemi simili, probabilmente anch'essi legati all'eccesso di cheratina nella formulazione, ho riscontrato con lo shampoo ricostruzione Keratina di Phytorelax (€ 9,95) che in più mi ha dato anche un po' di prurito alla cute (peccato, perchè la forma della bottiglia mi piaceva molto!). Nonostante abbia dei pregi, credo che non ricomprerei nemmeno lo shampoo biologico riparatore Aloe de I Provenzali bio, che ho recensito qui, soprattutto per via dell'odore pungente. Croce sopra invece sullo shampoo Sensitiv di Neobio, che ho acquistato tantissimo tempo fa non so più dove e che lasciava i miei capelli secchi come paglia, annodati e come disidratati: e mi dispiace, perchè ha un buon prezzo (3,80 €) [ma praticamente di questo brand non riesco ad apprezzare nulla].

Restando sul tema capellibelli, i due balsami che ho terminato sono entrambi promossi con lode. Del primo, il balsamo litsea superammorbidente di Naturaequa*, ho scritto molto già in questa recensione, alla quale rimando per ogni informazione su uno dei prodotti top del mio 2016. Del secondo ho detto più volte sui miei socialZ: evviva Gently ecobio, evviva il Todis che la rivende, evviva il balsamo per capelli, che ha una confezione pucciosissima, costa poco (1,49 €), ha una formulazione leggera, ne basta pochissimo per ammorbidire e mi ricorda la versione povera ma tutto sommato di sostanza dell'amato balsamo volumizzante Biofficina Toscana.


Infine le maschere: due sì e un no bello deciso. La maschera ristrutturante ai semi di girasole di Maternatura, dopo le belle recensioni che ne avevo letto su internetto, ha fatto felice anche me, come ho raccontato qui: è un prodotto ecceziunale veramente e la consiglierei a chiunque. Trovo ottima anche la maschera capelli all'olio di macadamia di Omia (3.95 €): ha una consistenza molto densa e un profumo bello, districa meravigliosamente e lascia i capelli morbidissimi e setosi dopo averla risciacquata. Ottimo rapporto qualità-prezzo: se capita di trovarla in giro, non lasciartela sfuggire! Sullo stesso versante dei prodotti facilmente reperibili al supermercato, ma con sensazioni totalmente opposte, sta la maschera biologica riparatrice Aloe de I Provenzali Bio, che non ho nemmeno terminato ma cestinato direttamente: ne ho parlato (male) qui e non vorrei aggiungere altro.


Extra: lo shampoo secco Fresh Garnier Fructis, che avevo riacquistato nel periodo in cui facevo gli allenamenti casalinghi, faceva un caldo boia e io sudavo copiosamente, ma non potevo fare uno shampoo al dì. Confermo sostanzialmente quello che ho pensato quando ho scritto questa recensione preistorica (erano davvero altre epoche per il blog!): è un buon prodotto e non ha dentro il male assoluto come tanti suoi simili.

BODYCARE
Avevo decisamente più prodotti da mostrare, quantomeno per gli scrub, nel settore body ma, per qualche strana congiuntura astrale, avrò buttato i barattoli, o i barattoli saranno fuggiti. Ritrovo solo nel mio archivio lo scrub corpo organico al cocco di Nacomi, che ho terminato a fatica nonostante il profumo paradisiaco (di cocco, che adoro!). Alla fine della fiera, penso sia uno scrub che costa davvero troppo per quello che contiene: anyway, qui c'è la mia recensione.


Parlo sempre troppo poco di deodoranti, eppure sono uno dei miei crucci più grandi quando tratto di cosmesi bio. Fino a qualche tempo fa avevo gettato la spugna ed ero tornata ai classici deo da supermercato, ricchi di schifezze ma realmente efficaci contro i cattivi odori: ma da quando ho incrociato lungo il mio percorso il Deo Lux Aloe nella profumazione talco di Natura Amica, le cose sono cambiate. Signore, abbiamo un vincitore: si tratta di un deodorante con una formulazione ottima, arricchita di succo d'aloe, adatto a tutti i tipi di pelle, delicatissimo, che non fa mai sentire a disagio perchè deodora per tutta la giornata. Usandolo, non ho mai avuto problemi o imbarazzi: il suo aroma talcato mi ha accompagnato discretamente per tutto il giorno (7,90 €). Si trova in commercio abbastanza facilmente (per esempio da Acqua e Sapone o Auchan): qui la lista dei rivenditori completa.

SKINCARE
E' proprio di questi giorni la notizia: con il cambio delle temperature (fa freddo porca miseria) e l'arrivo di tanti bei prodotti da testare, ho modificato totalmente la mia routine giornaliera, non prima però di terminare tre referenze che mi hanno fatto piacevole compagnia in questi mesi e di cui conservo ottimi ricordi. Novella crema viso notte ridensificante di Officina Italica* è una delle migliori cremine da notte che abbia provato nel periodo: ha una fluidità piacevolissima e un profumo wow, lascia la pelle fresca, si assorbe velocemente, nutre in profondità e ha un buon potere illuminante (qui il sito con le specifiche). Per il giorno, quando faceva più calduccio, ho usato volentieri e con buoni risultati la crema viso per pelli sensibili e delicate all'elicriso di Biovera, di cui potete beccarvi la review qui.


Finalmente ho terminato anche Jalus Eyes di Fitocose: dico "finalmente" non perchè il prodotto non mi sia piaciuto - tutt'altro, trovo anzi che sia un contorno occhi superefficace - ma perchè, volendo sperimentare altro, questo flacone da 30 ml sembrava interminabile (ad un certo punto ho pensato che la crema si riproducesse da sola, di notte). Il PAO è brevissimo (4 mesi) e io l'ho abbondantemente superato: tuttavia non ho notato alcuna metamorfosi o variazione nell'emulsione, che ha continuato a comportarsi egregiamente. E' una referenza arcinota, sulla quale ho poco da aggiungere rispetto al coro delle entusiaste: trovo sia di media pesantezza - non troppo grassa ma abbastanza corposa - molto idratante e perfetta per chi vuole contrastare le rughe, essendo ricca di acido ialuronico (8,91 €).

Sezione strucco: ho cambiato diversi prodotti nei mesi passati, senza mai trovare la pace. L'unico che ho tollerato, ma che non mi ha rubato il cuore, è lo struccante per occhi di Avril, che dal suo ha la leggerezza, un bel profumino floreale, il fatto che non brucia gli occhi e un costo abbordabile (7,00 €). Non è però efficacissimo su tutti i tipi di makeup e fa molta fatica a rimuovere il mascara waterproof, lasciando sempre un leggero alone nero sotto la zona perioculare.


Ho amato invece molto l'Idrolato di lavanda firmato Biofficina Toscana, ottima base per la crema da giorno ma che può essere spruzzato anche sui capelli. Quest'acqua pura dalla profumazione rilassante ha proprietà lenitive e dermopurificanti ed è adatta alle pelli impure ma delicate: io l'ho vaporizzato sul viso ogni mattina dopo la detersione e ho constatato che ha un reale effetto addolcente; inoltre aiuta a mantenere la pelle luminosa e compatta, omogeneizzando le zone arrossate e le piccole imperfezioni. E' un prodotto amorevole, che vale tutti i 5,99 € spesi.


DETERGENZA
Sulla detergenza corpo sono di bocca buona, lo ammetto, perciò promuovo tutti i prodotti in foto con alcune distinzioni. Per una breve descrizione delle caratteristiche del docciaschiuma Avena di Giardino dei Sensi Ecobio, che avevo acquistato al Crai, rimando a questo post: è un prodotto carino, con una profumazione morbida e delicata, che lava bene e costa poco. Non è olfattivamente conturbante come la versione cocco e vaniglia, che all'epoca ho preferito, ma anche Melograno e Acai di Sante Naturkosmetik è un bagnoschiuma da promuovere a pieni voti, consigliato soprattutto a chi ha la pelle molto delicata (qui l'overview). Ma parlando di delicatezza e coccolosità sotto la doccia, nulla può essere paragonato ai due bagnodoccia delicati di Anne Geddes*, appositamente studiati per le teneri carni dei bambini: ho provato entrambe le versioni - quella idratante e lenitiva e quella con aloe vera, calendula e proteine del riso - trovandole fantastiche. Caratterizzate da una profumazione fruttata delicatissima, non invasiva, queste due referenze hanno un ottimo potere detergente ma sono prive di aggressività e possono essere sfruttate anche come shampoo. Punto in più per i flaconi in plastica morbida antiscivolo, che possono essere sprimacciati a dovere per fare defluire il prodotto senza il rischio che scivolino dalle mani. In Italia i prodotti Anne Geddes sono distribuiti da Italian Cosmetics.

SPECIALE KOREAN BEAUTY
La mia curiosità/passione/ossessione per la cosmesi coreana è nata agli inizi di settembre, quando ho iniziato ad acquistare tonnellate di maschere monouso in tessuto e ad utilizzarle con costanza. In foto le ultime due provate a dicembre, a cui ho dedicato un post recentissimo: si tratta delle Juicy Sheet Mask di Holika Holika provenienti dal sito Skin18.com e se non sono sicuramente le mie preferite in assoluto anche per via della formulazione non naturale, dalla loro hanno una ricchezza di siero quasi unica per questo genere di prodotti.


Come dici? Non ce la fai più a leggere? Tranquilla, ho terminato! Resto in attesa di conoscere pareri, usi, idee e a disposizione per ogni chiarimento ;-) ... alla prossima puntata!

* i prodotti contrassegnati da asterisco mi sono stati inviati a scopo valutativo dall'azienda 

2 commenti:

  1. alessandra.gigante23 gennaio 2017 11:14

    io sto usando lo shampoo organic shop ma lo sento un pò aggressivo, e il capello lo sento grassoccio già dopo due giorni, mentre avendo i capelli secchi generalmente mi restano puliti per più tempo. Mi è piaciuto molto il balsamo invece, non super districante ma per il prezzo irrisorio mi è piaciuto molto, soprattutto quando non ho tanti nodi

    RispondiElimina
  2. Oddio c'è un sacco di roba da commentare ma vorrei cominciare con la maschera Omia: è un prodotto su cui non avrei scommesso un euro e che invece tiene testa a parecchie altre maschere. Poi, mi riprometto di dover ricomprare la Maternatura da tempo ma puntualmente, in ogni ordine me ne dimentico ed i miei capelli ne risentono da morire (capelli secchi, sottili, secchi senza maschera da luglio, penso che ne morirò).
    Io quello scrub al cocco di Nacomi non lo finirò MAI ;D

    RispondiElimina

I feedback sono importanti per migliorare questo blog e io adoro leggere i vostri commenti e le vostre opinioni. Vi prego però di non fare spam lasciando i vostri link: se volete farmi conoscere il vostro spazio, potete mandarmi un messaggio privato e io correrò a leggervi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...