[angolo toelette] ... di Moon di Marinella, nuova linea cosmetica alla bava di lumaca { overview }

1 comment
La bava di lumaca, che di per se può fare anche un po' specie e io me le ricordo ancora le lumachine che cuoceva la mia vicina e disperatamente provavano ad uscire dalla pentola, che sono rimasta talmente traumatizzata da questa scena vissuta da bambina da schifare oggi uno dei piatti più succulenti della tradizione gastronomica siciliana (i cd. babbaluci del Festino di S. Rosalia, per me orrore puro), è da tempo nota per le sue proprietà cosmetiche tanto da essere diventato un ricercatissimo ingrediente per creme di bellezza, soprattutto antiage, antimacchie e restitutive. Generalmente i prodotti a base di bava di lumaca, soprattutto se bio, costano un rene e qualcosa di più: perciò finora ne ho fatto a meno. Poi ho scoperto che in commercio esistono realtà piccine ma interessantissime a prezzi decisamente più abbordabili like Moon di Marinella*.

[angolo toelette] ... del Northern Soap for deep facial cleansing di Natura Siberica { review }

8 comments
Se un giorno, come me, ti sei svegliata, sbadigliando sei andata in bagno, hai sbirciato la tua immagine riflessa allo specchio e hai lanciato un disumano urlo di terrore perchè nella luce fredda della mattina hai scorto sulla pelle del tuo viso un mix indecifrabile ma ugualmente orrorifico di impurità varie e pori dilatati che assomigliano a crateri lunari, tranquilla: siamo sulla stessa barca. E' l'età che avanza, sono i vizi a cui non puoi rinunciare, la pelle che reagisce alla vita frenetica, l'inquinamento e chi più ne ha ne metta. Non molto consolante questo mal comune mezzo gaudio, ma oggi sono qui con quello che - se non è proprio la soluzione a tutti questi mali - è comunque un buon rimedio, tanto da essere diventato praticamente il mio prodotto preferito del periodo: il Northern Soap di Natura Siberica.

[bagno in camera] ... della nuova linea per Capelli Bio Professionale di Apiarum { preview }

Leave a Comment
Le Storie di Capelli tornano con una certa ricorrenza su questi lidi, in parte perchè l'argomento è da sempre uno dei miei preferiti e in parte perchè mi piace cambiare e provare cose nuove e poi aggiornare chi mi legge. C'è poi che da quando vivo a Roma i miei capelli si sono totalmente modificati, forse per lo stress del trasferimento ma credo, più probabilmente, per via dell'acqua dura e assai diversa da quella palermitana a cui erano abituati. Sta di fatto che non trovo pace e ho inaugurato un periodo di grandi sperimentazioni e tra queste c'è la linea per capelli professionale di Apiarium, una novità del brand che come sempre delizia con i suoi packaging vintage ma stavolta ha fatto uno sforzo formulatorio notevole, proponendo una gamma di referenze totalmente bio.