[angolo toelette] Alla ricerca del tonico perfetto { Venus, Roberts, BYo Nouvance }

1 comment
Conoscete la storia del Sacro Graal? Probabilmente sì, visto che è tornata in auge grazie al notissimo romanzo di Dan Brown, Il Codice Da Vinci, anche se la leggenda più famosa – incastonata poi nel ciclo epico arturiano – è legata al nome di Percival, cavaliere della Tavola Rotonda che andò appunto alla ricerca della famosa coppa utilizzata durante l’Ultima Cena. La ricerca del Santo Graal è poi diventata, nel tempo, sinonimo di impresa ardua e quasi impossibile, visto il mistero che avvolge l’oggetto stesso oltre alla difficoltà di reperirne l’ubicazione esatta.

Ebbene, la mia personale ricerca del Sacro Graal coincide, in ambito cosmetico, con l’impossibilità di trovare – nonostante numerose investigazioni, un tonico adatto alla mia pelle e che soddisfi alcuni requisiti basilari:

1. non contenga alcool
2. sia economico
3. sia eco-bio

[finestra sul cortile] Mini-shopping anti depressione { Shaka, Essence }

3 comments
Diciamo che, esistenzialmente parlando, questo non è esattamente il periodo migliore della mia vita. Perciò, mentre la mia socia è ormai in piena latitanza a Londra e mi sbeffeggia da lontano postando sul suo profilo personale foto di concerti gratuiti tenuti da Sir Paul McCartney, comunicandomi che lì è tutto un'altro mondo, dove a prezzi imbattibili si trova ogni bendidio (... come vedete me la sono scelta un po' antipatica l'amica ... ), a me non resta che frugare nel portafogli alla ricerca di qualche spicciolo da spendere in piccoli acquisti consolatori.

Così, un paio di giorni fa, approfittando del pessimo umore (che, come sapete, è un grande alleato delle spese folli e decisamente inutili) e di un'oretta libera tra un impegno e l'altro, ho fatto un salto da Oviesse. Ne sono uscita con un pacchettino e meno soldi in tasca, ma tutto sommato soddisfatta di un paio di offerte di cui ho - ovviamente! - approfittato. Detto questo, il sottotitolo di questo post potrebbe anche essere: cose di cui non avevo affatto bisogno, ma che ho comprato lo stesso perchè erano colorate, carine e costavano poco. Mi tranquillizza sapere che, nel compiere queste azioni inconsulte, sono sicuramente in buona compagnia, essendo particolarmente vasta la schiera delle donne affette da sindrome da acquisto ossessivo compulsivo.

Mettendo da parte queste lacrime di coccodrillo, ecco gli acquisti:

Due gel bagnoschiuma con sale marino, in bottiglia da 500 ml cad., de Il Benessere: ho scelto quello ai fiori di lavanda (per maschietto) e quello vaniglia e more (per femminuccia). L'Inci fa un po' schifo, però costavano 0, 99 euro l'uno e possono andare bene per le emergenze (tipo quando avrò finito tutti gli altri bagnoschiuma eco-bio di cui dispongo per ora, e avrò finito anche i campioncini, e per qualche stranissimo motivo sarò impossibilitata ad uscire di casa a fare la spesa per giorni e giorni ... ).

Kabuki Essence (4,99 euro), matita nera Essence Stays no matter (che volevo provare: 1,99 euro) e tre ombretti in polvere della Shaka (marca che vi ho citato quando ho parlato degli smalti, qui), a 3,99 l'uno. I primi due si commentano da soli mentre sugli ombretti, che sono lievemente glitterati, ho preparato gli swatches: 

I miei preferiti sono sicuramente emerald e coral, mentre il pink è molto (forse troppo) chiaro e mi sembra più adatto per dare luminosità alla parte inferiore dell'arcata sopraccigliare. Di questi ombretti in polvere trovo abbastanza comodo lo scovolino applicatore, simile a quello dei gloss, con il quale è facile disegnare i contorni dell'ombretto, e che può quindi anche sostituire la matita. Gli ombretti hanno una tenuta abbastanza lunga (io li ho su da stamattina e ancora reggono): nulla di eclatante, per carità, ma tutto sommato sono comodi (si possono infilare in borsetta ed essendo dotati di tappo con applicatore non sporcano, non si aprono combinando disastri e permettono il ritocco pressocchè immediato) ed economici.

That's all!

[angolo toelette] Il Poggiarello Cosmetici { overview }

Leave a Comment
Lo scopo principale di un beauty blog è, a mio parere, quello di offrire al proprio pubblico di appassionate di cosmesi e makeup non soltanto un’informazione il più possibile obiettiva (con tutti i limiti di una valutazione comunque personale, frutto di quel minimo di esperienza che qualsiasi donna ha nella scelta dei prodotti da utilizzare e della passione che mettiamo in questo blog) su quanto esiste sul mercato, ma anche quello – soprattutto – di far conoscere aziende e cosmetici nuovi o poco noti, ma che possono essere considerati validissimi alleati della nostra bellezza.

Per questo motivo mi piace, nella ricerca o nell’accettazione delle collaborazioni, avere a che fare con brand giovani ma seri, che con umiltà, cortesia e gentilezza propongono buone idee e buoni prodotti. In questa categoria rientra una casa cosmetica della quale, nelle prossime righe, parlerò in modo entusiastico, perché profondamente colpita dalle sue caratteristiche: mi riferisco a Il Poggiarello Cosmetici.

[postazione makeup] CreaNails { manicure tips }

Leave a Comment
Negli ultimi anni è frequente trovare tra gli scaffali delle librerie i manuali for dummies (leggi tonto, incapace etc.): da quelli che spiegano l’algebra, a quelli su come inventarsi il lavoro e diventare un novello Steve Jobs (nessuno potrà purtroppo dire al creatore della Apple che in Italia la frase “stay hungry” la stiamo iniziando a prendere molto sul serio, grazie ai provvedimenti del nostro governo - nota di polemica politica poco attinente ma doverosa), da come smettere di fumare a come sposare un emiro e vivere felicemente nel suo harem, le possibilità offerte a chi proprio da solo non ce la sa sono pressocchè infinite. Se dovessi scegliere il corrispettivo beauty di questi libretti, non ci sarebbero dubbi: questo prodotto è certamente CreaNails.



Sto parlando di un geniale, quanto semplicissimo, kit di accessori pensato e studiato per aiutare tutte le dummies che, come me, sono per natura assolutamente incapaci di stendere lo smalto in maniera corretta e che, a parte rari casi fortunati (in una percentuale dello 0, 99 % su un totale di 100 applicazioni), puntualmente preferiscono una manicure trasparente dove gli orrendi risultati ottenuti sono quantomeno invisibili.

Per questo motivo, quando ho provato il set CreaNails ho gridato, come Archimede alle prese con le leggi della fisica, “Eurekaaaaa!”. Nonostante il tremolio congenito della mia mano sinistra, grazie a CreaNails posso orgogliosamente esibire sulle mie manine tutti quei bellissimi colori che avevo acquistato e che giacevano, esposti ma inutilizzati, sul mio scaffaletto della bellezza.

Ecco nel dettaglio cosa contiene e come funziona questo kit, commercializzato dalla CreaProducts, azienda specializzata in accessori che semplificano le nostre abitudini quotidiane.

[angolo toelette] Egyptian Magic balsamo ecobio multiuso { review }

Leave a Comment
Egyptian Magic è uno dei prodotti di bellezza in assoluto più recensiti sui beauty blog, che ne parlano sempre profondendosi in lodi sperticate ed opinioni entusiastiche, ed è una di quelle creme miracolose che sembrano essere sempre presenti nei cassetti delle star americane, che la sanno lunga in fatto di preparati cosmetici. La userebbero infatti celebrità del calibro di Madonna, Kate Hudson, Gisele Bundchen, Eva Mendes, Rachel Zoe e via dicendo, avendola conosciuta tramite la più antica forma di marketing del mondo: il passaparola. E qui tutte a immaginarci le annoiate star americane che durante una noiosissima festa a base di champagne e caviale si riuniscono attorno ad un divano come comari di paese si scambiano i loro segreti di bellezza ( ... ).

[postazione makeup] Yamamay Beauty { preview }

1 comment
Come avevo anticipato su Facebook, due giorni fa mi sono imbattuta, del tutto casualmente, in un  beauty-shop del quale non conoscevo l'esistenza: mi riferisco a Yamamay Beauty. Su FB l'avevo definito "nuovo", dal momento che per me si tratta appunto di una novità assoluta ma, navigando su internet, ho scoperto che si tratta di un franchising nato già nel 2009, come corollario della nota catena di lingerie ormai presente in tutte le città italiane. Per mettere le cose in chiaro sin da subito, non ho mai amato Yamamay in qualità di negozio di intimo, costumi, pigiami e via dicendo: troppo lezioso per i miei gusti, decisamente kitsch in alcune creazioni e, in generale, eccessivamente appariscente nelle sue proposte. Ho sempre preferito, nel settore intimo, franchising meno pretenziosi (anche economicamente parlando) come Tezenis, o più raffinati (vedi Intimissimi).

 Fonte: Donna.Nanopress

[angolo toelette] Itria Cosmetici { overview }

2 comments
Tra le province pugliesi di Bari, Brindisi e Taranto, nella parte meridionale delle Murge, sorge la Valle d'Itria, nota anche come Valle dei Trulli. Qui si radicano la storia e i prodotti di Itria Cosmetici che, attingendo alle tradizioni e all’agricoltura più tipica di questo stupendo territorio, ha dato vita ad un’azienda che coniuga i principi della cosmetica naturale con l'utilizzo di metodi di produzione high tech in collaborazione con l’ENEA. Un grappolo d’uva – logo dell’azienda – rimanda immediatamente alla loro filosofia e alla scelta della materia prima di questi ottimi cosmetici, studiati per offrire un programma completo, basato sulla vinoterapia, per prevenire e combattere l’invecchiamento cutaneo prematuro. Le creme Itria sono composte esclusivamente da sostanze naturali, spesso derivanti da coltivazioni biologiche, e sono prive di PEG, petrolati, parabeni, siliconi, conservanti artificiali e oli minerali. Anche la profumazione è totalmente naturale, dal momento che ai profumi di sintesi sono sostituiti oli essenziali e miscele. Inoltre, cosa alla quale teniamo particolarmente, l’azienda garantisce non solo di non eseguire test sugli animali, ma anche che i fornitori cui si rivolgono facciano altrettanto.

[portineria] Vecchia Bottega Haul #1 { unboxing & esperienza d'acquisto }

Leave a Comment
Bottega è un vocabolo che mi è sempre piaciuto moltissimo
Per deformazione professionale (del resto, anche se stupitìo sul blog, sono pur sempre una storica!) ma sopratutto perchè mi evoca piccoli negozi pieni fino al tetto di scaffali, dove sapienti artigiani impastano, mescolano, scolpiscono, creano utilizzando materie prime semplici e tramandandosi il sapere di padre in figlio. Perciò, nonostante la non fantastica esperienza con Bottega Verde (ve ne ho parlato qui), quando sono approdata sull'e-shop Vecchia Bottega, e ho scoperto con enorme piacere che tratta esclusivamente prodotti eco-biologici e naturali, non ho potuto fare a meno di approfittare dei tantissimi cosmetici in offerta.

[angolo toelette] Dermat Skincare Linea Cosmetica { overview }

2 comments
Lo confesso: ad alcune sembrerà un’eresia, ma non amo particolarmente la scelta di alcune aziende con cui spesso le blogger collaborano a scopo pubblicitario, di inviare l’intera gamma dei loro prodotti in mono-bustine (una per ogni prodotto).  Il rischio che si corre, in questi casi, è quello di recensirli in modo assolutamente superficiale, dal momento che dopo l’utilizzo di una quantità minima di prodotto (a meno che non sia veramente miracoloso) è abbastanza difficile farsi un’opinione precisa – nel bene e nel male – dei suoi effetti. Molto meglio allora ricevere un piccolo kit specifico, composto al massimo da tre cosmetici ma con quantità utilizzabili nel lungo tempo (già una settimana andrebbe meglio). Fatta questa premessa, ritengo comunque doveroso ringraziare la Dermat, azienda parafarmaceutica che mi ha inviato una buona campionatura prova di numerose creme della lineaSkincare, tutte studiate per il benessere e la cura della pelle, che spaziano dai prodotti idratanti, a quelli antietà, antirughe, rassodanti e riducenti

[salottino] Trend Autunno 2013 ... il ritorno agli Anni 20

Leave a Comment
Quali sono i trend di questo autunno? Oggi mi sono divertita a girovagare su internet per capire "l'aria che tira" e pare proprio che la stagione delle foglie che cadono 2013 sarà tutta all'insegna del romanticismo e dei ruggenti Anni '20. Il che ci piace, anche in considerazione del fatto che questo look, nel quale sono i tessuti leggerissimi e morbidi a farla da padrone, è adattissimo a questo tempo decisamente pazzerello, tra pioggie improvvise e caldo che ancora non accenna a sparire.

Ecco un breve resconto dei must-have per entrare nel mood giusto.

 

[angolo toelette] Garnier - Caffeine Roll-on occhi { review }

Leave a Comment
Avete presente i Razzie Awards? 
Per la categoria Best flop of my beauty shopping le nomination erano numerosissime (del resto chi non risica non rosica), ma ad aggiudicarsi la meritata statuetta è stato un prodotto incredibilmente sponsorizzato e praticamente onnipresente su tutti gli scaffali di supermercati, ipermercati, mercati, mercatini, botteghe, profumerie, sanitarie (potrei continuare ovviamente, ma mi fermo qui per evitarvi questa vertigine): mi riferisco al Caffeine Roll-on occhi di Garnier!

[bagno in camera] Alchimia Natura { burrone, capelli di luce, sogno d'oriente }

Leave a Comment
Alchimia Natura è una di quelle aziende pucciosissime con le quali una bblogger ecobio alle prime armi impatta felicemente, perchè è contraddistinta da alcune qualità di base indispensabili - la serietà e la trasparenza - ma sopratutto perchè vanta uno staff di una gentilezza e cortesia fuori dal comune: una di quelle cose che ti allarga il cuore. Che questo brand produca e rivenda cosmetici eco-biologici a km zero, utilizzando esclusivamente materie prime naturali e nessun test sugli animali, è un motivo in più per accostarsi con curiosità ai suoi prodotti, che forse meriterebbero più spazio e più canali di commercializzazione.
 

[angolo toelette] Montagne Jeunesse - Maschere Viso { overview }

2 comments
Sono pazza per le maschere in bustina monodose, perchè mi danno la possibilità di sperimentare sempre prodotti diversi senza aprire barattoli che poi sarei costretta a terminare affannosamente, in lotta contro il tempo dei PAO, ma sopratutto perchè sono la mia coccola della domenica preferita, quando mi concedo un po' di tempo per il mio rituale di special skincare regalandovi poi su IG delle foto horror-style niente male. Tra le tante linee di trattamenti istantanei per il viso sono da sempre assai affezionata a Montagne Jeunesse, azienda inglese distribuita in Italia da Uragme SRL, che realizza i suoi prodotti abbondando negli estratti vegetali e di frutta. La mission dell’azienda, membro fondatore della CICAW (Cosmetics Industry Coalition for Animal Welfare) è infatti molto chiara: usare ingredienti naturali totalmente vegetariani, privi di parabeni, petrolati, tensioattivi o solfati aggressivi, ma soprattutto non testare i propri prodotti sugli animali. Per questi motivi, tutti i cosmetici Montagne Jeunesse sono approvati da The Vegetarian Society, PETA (People for the Ethical Treatment of Animals), BUAV (British Union for the Abolition of Vivisection) e Choose Cruelty Free.


[salottino] Vademecum della Blogger onesta

2 comments
Un giorno, poco dopo aver progettato questo blog, mi sono imbattuta in questa ramanzina. Pur non apprezzando particolarmente i toni della scrivente, le sue osservazioni - basate evidentemente sull'esperienza - sono certamente corrette, e fanno riflettere.

Spesso le beauty blogger vengono accusate di essere delle ruffiane patentate, disposte a tutto pur di ottenere prodotti gratuitamente e capaci di mentire spudoratamente anche davanti all’evidenza (prodotti orrendi, inservibili, scadenti).  

 
Il punto è questo. Ci sono blogger serie, professioniste del settore o comunque ragazze che si sono sapute conquistare la notorietà sulla rete offrendo validi consigli e recensioni, e ci sono blogger improvvisate: una categoria decisamente più ampia, della quale mi pregio di fare attualmente parte
Ma anche in questo settore - quello di coloro che si sono da poco affacciate a questo mondo - vanno probabilmente fatte delle distinzioni. Navigando su internet ho notato che, paradossalmente, le blogger più seguite - quelle con migliaia di fans e di commentatrici entusiaste - non sono sempre obiettive e spontanee. Soprattutto, cosa alla quale maggiormente tengo, non sempre scrivono bene (in un italiano corretto intendo), non sempre sono creative e fantasiose (quante volte mi capita di imbattermi in post ricicciati a più non posso, in un palleggio infinito da una pagina web all'altra), e infine, non sempre sono sincere

Come in tutte le comunità del mondo, anche in quella della bellezza online esistono acquirenti/utenti che mentono, nella vana speranza di conquistarsi un piccolo spazio di notorietà (ma quanto effimero?) sul web e di essere ricompensate (ma a che prezzo?) e aziende che mentono, spesso disposte a tutto pur di accaparrarsi un/a cliente in più. Sono le regole del gioco del marketing e del commercio, figlie del capitalismo: lo so io e lo sapete voi che mi leggete. 

Quello che forse conta, in fin dei conti, è che non soltanto chi scrive una recensione, ma soprattutto chi la legge, mantenga sempre uno sguardo smaliziato ed impari a riflettere e ragionare, senza lasciarsi trascinare da commenti eccessivamente entusiastici profferti sulle pagine di una perfetta sconosciuta, che agisce probabilmente mossa da intenti poco nobili e soprattutto decisamente lontani dall’altruistico amore verso la salute altrui. 
L’intelligenza, anche in questo mondo così apparentemente futile e vacuo, è una capacità fondamentale per l’esercizio della critica e soprattutto per non essere etichettate come consumatrici passive e facilmente turlupinabili. 

Vi annoio, probabilmente, ma questo piccolo vademecum, ad futuram memoriam, è una premessa indispensabile a quanto scriverò nei prossimi giorni sulle collaborazioni di questo blog. 

Se sarò recensore entusiasta dei prodotti, sarà esclusivamente perché quei prodotti mi sono piaciuti, mi hanno convinto, mi sembrano validi; al contrario non esiterò a criticarli. Questo perché nessuno mi paga per fare quello che faccio e soprattutto perché le aziende sono pienamente consapevoli del rischio che corrono nell’inviare campioni da testare a delle sconosciute, generalmente prive di competenze specifiche nel settore cosmetico (con le dovute eccezioni – ovviamente esistono blogger con un’ottima preparazione accademica/lavorativa nel settore) e virtualmente ignoranti. 

Un’ultima cosa. Fidarsi è bene, non fidarsi è meglio. Ciò che provo e testo può andare bene/male per me. Me che sono una trentenne con la pelle chiarissima e delicata, le smagliature, la tendenza a ingrassare, i capelli da tingere ogni mese, gli occhi che si arrossano  e via dicendo. Se un prodotto vi incuriosisce provatelo comunque, al di là della mia recensione o di quella di chiunque, magari stando attente a quello che vi spalmate sopra (occhio sempre all’INCI): siete solo voi i giudici assoluti del vostro corpo e della vostra salute.

[angolo toelette] Nivea - Clear-Up Strip zona T Pelli da Normali a Miste { review }

Leave a Comment
Da dove inizia il più classico dei restyling domenicali? Ovviamente dalla fase 1, la rimozione (o meglio il tentativo di rimozione) degli odiosissimi punti neri

La premessa indispensabile da fare è che io avrei bisogno di una pulizia del viso decisamente accurata ma che, per questioni di tempo, non riesco mai a compiere l'unica operazione veramente efficace in questo senso (andare da un'estetista e sottopormi ad un bel trattamento purificante): perciò sono costretta, nei rari momenti liberi, a tentare altri escamotages (anche detti rimedi d'emergenza).

Stamattina, nonostante l'ora tarda, ho approfittato della domenica libera da impegni per testare un prodotto che avevo acquistato un paio di settimane fa: i cerotti Nivea Clear-Up Zona T per pelli normali e miste

[portineria] Bottega verde: si, no, ni { unboxing }

1 comment

Lo vedete questo "paccone"? Lasciava presagire tante belle cose ma, a parte tanta carta per imballaggio (rosa, e che riciclerò) la delusione è stata più grande dell'entusiasmo di aver fatto un buon acquisto on-line. Così, più che verde bio (o eco-green), nel mio caso sarebbe più appropriato parlare di verde-bile.
Ma partiamo dal principio. 
Tra i tanti e-beauty store online, avevo scelto Bottega Verde perchè si tratta di un marchio senza dubbio conosciuto e presente nel territorio italiano con una miriade di negozi. Volevo fare un acquisto su internet e dunque ho pensato di andare sul sicuro con loro.

[beauty-case] Beauty kit di sopravvivenza { prodotti per una notte fuori casa }

Leave a Comment
Per studio, lavoro, amore o sesso, a tutte capita di trascorrere ogni tanto una notte fuori casa
Se non si tratta di un'avventura da una notte e via (quella che, nei film, si risolve con la classica scena di Lei che indossa una camicia di Lui e gira per casa incuriosita ... ma poi perchè? non può rimettersi i suoi vestiti?) è buona norma avere con sè un piccolo kit con i prodotti per l'igiene e il make-up che di solito usiamo, magari in formato mini, in modo da poterli conservare tranquillamente in borsa.

Io da domani (ed ecco cosa ha ispirato questo post) ricomincerò la mia solita routine annuale, che prevede di trascorrere una notte fuori ogni settimana, fino a maggio. Nel mio caso si tratta, piuttosto tristemente, di lavoro: un lavoro che mi impone di spostarmi in altra città per due giorni di seguito a fare lezione ai miei amati studenti.

Ormai sono un'esperta della borsa da viaggio e, sopratutto, del mio beauty kit di sopravvivenza. Periodicamente  i prodotti che porto con me, e sopratutto le marche, cambiano, ma in sostanza ci sono alcune cose che ritengo assolutamente indispensabile avere con me per affrontare la notte fuori casa e sopratutto il risveglio mattutino in terra straniera.

[angolo toelette] La Roche Posay - Kerium DS Crema Trattamento viso lenitivo pro-desquamante { review }

3 comments
Iniziamo oggi una serie di double review su alcuni prodotti de La Roche-Posay (v. la storia dell'azienda) che, come già vi avevamo anticipato nei giorni scorsi, abbiamo avuto la possibilità di testare grazie ad una serie di campioncini gentilmente offerti dalla nostra farmacista di fiducia. 

Il primo prodotto che abbiamo provato appartiene alla Linea Kerium, una gamma ricca di attivi riconosciuti (LHA, Macassoide, Acqua Termale di La Roche-Posay) che vuole assicurare efficacia e tollerabilità per donare morbidezza e brillantezza alla pelle e ai capelli. Potete scoprirne di più a questo link.

Di seguito, la nostra doppia recensione. Enjoy it!