[angolo toelette] Montagne Jeunesse - Maschere Viso { overview }

2 comments
Sono pazza per le maschere in bustina monodose, perchè mi danno la possibilità di sperimentare sempre prodotti diversi senza aprire barattoli che poi sarei costretta a terminare affannosamente, in lotta contro il tempo dei PAO, ma sopratutto perchè sono la mia coccola della domenica preferita, quando mi concedo un po' di tempo per il mio rituale di special skincare regalandovi poi su IG delle foto horror-style niente male. Tra le tante linee di trattamenti istantanei per il viso sono da sempre assai affezionata a Montagne Jeunesse, azienda inglese distribuita in Italia da Uragme SRL, che realizza i suoi prodotti abbondando negli estratti vegetali e di frutta. La mission dell’azienda, membro fondatore della CICAW (Cosmetics Industry Coalition for Animal Welfare) è infatti molto chiara: usare ingredienti naturali totalmente vegetariani, privi di parabeni, petrolati, tensioattivi o solfati aggressivi, ma soprattutto non testare i propri prodotti sugli animali. Per questi motivi, tutti i cosmetici Montagne Jeunesse sono approvati da The Vegetarian Society, PETA (People for the Ethical Treatment of Animals), BUAV (British Union for the Abolition of Vivisection) e Choose Cruelty Free.



Ho interagito con quest'azienda all'inizio della mia "carriera" di blogger, provando due maschere che mi erano piaciute parecchio. A distanza di circa sei mesi, ho trovato uno stand della Montagne Jeunesse all'Ipercoop e ho fatto scorta di bustine, scegliendone tipologie diverse: chi mi segue da tempo sa che le consiglio spesso sui social, perchè costano poco, hanno un'ottima perfomance, tempi di posa brevi. Ecco dunque un aggiornamento di tutte le referenze che ho utilizzato nel corso del tempo.
Blemish Mud Face Masque*
Maschera gluten free e priva di parabeni, adatta per tutti i tipi di pelle ma particolarmente indicata per quelle miste, grasse o acneiche e per ripulire la zona T: aiuta ad eliminare le impurità del viso attraverso l’azione combinata dell’aloe vera, che aiuta a non seccare eccessivamente la cute e dell’estratto di salice, che restituisce un incarnato chiaro e pulito.
INCI: Acqua (Purified water), kaolin (Natural Clay), Hamamelis Virginiana (Distilled Witch Hazel), Glycerin, Illite (Mediterranean clay), Bentonite (Natural Clay), Magnesium alluminium silicate, Sea Salt (Dead Sea Salt), Salix nigra (willow) extract, Glucose(sugar), Rosmarinus officinalis (Rosmary) leaf oil, Xanthan gum, Allantoin, Aloe Barbadensis lef juice, Camellia sinensis (Green tea) leaf evtract, Panax ginseng root extract, Oenothera biennis (evening primerose) flower extract, Citric acid, Lactoperoxidase (Milk origin), Glucose oxidase (sugar origin), limonene.

Caratterizzata da una texture corposa ma di facile applicazione, mescola una serie di ingredienti vegetali dalle importanti proprietà cosmetiche: l’aloe vera con i suoi principi attivi per contribuire a raffreddare, lenire e ammorbidire la pelle, la primula serale che aiuta l'idratazione, il ringiovanimento, la riparazione e ha proprietà anti-invecchiamento, l'argilla mediterranea per rimuovere le tossine e idrata la pelle stanca, il rosmarino che riduce il gonfiore e aiuta a rassodare la pelle, l'estratto di corteccia di salice  e l’amamelide indicata nella cura pelli grasse ed impure. Penetrante ma piacevolissimo, l'odore di rosmarino, ha un tempo di posa di 15 minuti circa, durante i quali la crema si solidifica e rilascia gradualmente una piacevole sensazione di freschezza. Una volta rimossa con abbondante acqua, aiutandosi con dei dischetti o spugnette imbevute, la pelle risulta pulita in profondità. Dopo aver risciacquato la maschera, è rimasto (almeno nel mio caso) un certo pizzicore sulle guancie, che è perdurato per tutto il giorno per poi scomparire a sera.

Peel Off Masque Juiced Cucumber*
Senza glutine e parabeni aggiunti, combina tre ingredienti: i cetrioli, ricchi di vitamine A e C, che hanno proprietà lenitive e calmanti; il ginseng, noto antiossidante, tonificante e rinvigorente e l'olio di Gelsomino, aroma calmante e delicatissimo che aumenta l'elasticità della pelle, migliorandone il tono e la consistenza. Tra quelle che ho provato è però quella con la formulazione meno naturale:
INCI: Aqua, Alchool denat., Polyvinyl alcohol, PPG-1-PEG-9lauryl glycol ether, Propylene glycol, PVP, Cucumis sativus fruit extract, Jasminum officinale flower extract, Juglans nigra shell extract, Panax ginseng root extract, Cereus grandiflorus flower extract, Oenothera biennis flower extract, Citrus aurantifolia fruit extract, Citrus aurantifolia oil, Tocopheryl acetate, Limonene.  
La texture è gelatinosa ma di facile stesura, in un colore azzurrino profumato al gelsomino: trattandosi di un peel off è una di quelle maschere che non si risciacquano, perchè si solidificano e poi vanno tirate via. A parte la solita sensazione di pelle che si va tendendo sempre di più, ho avvertito inoltre un certo fastidio, dovuto probabilmente alla presenza dell'alcool che mal sopporto nei cosmetici. L'effetto comunque è garantito: pelle liscia liscia come il culetto di un bambino
Virgin Olive Face Masque
Fango all'olio d'oliva spremuto a freddo, burro di karité e di cacao, per nutrire la pelle rendendola morbida ed elastica, con aggiunta di aloe vera che aiuta a purificare in profondità. Adatta a tutti i tipi di pelle, è particolarmente indicata per quelle secche e sensibili.
INCI: Aqua, Kaolin, Bentonite, Butyrospermum parkii, Olea Europeana fruit oil, Glycerin, Theobroma cacao seed butter, Olea Europeana leaf extract, Silt, Heliantus annuus seed oil, Parfum, Xantham Gum, Glucose, Aloe barbadensis leaf juice, Potassium Sorbate, Citric Acid, Glucose Oxidate, Lactoperoxidase, Alpha-isomethyl ionone.
E' in assoluto la mia preferita, per consistenza e risultati: un concentrato di benessere per il viso, che dopo un tempo di posa di 15 minuti lascia la pelle incredibilmente liscia, luminosa, idratata. Se la trovate non lasciatevela sfuggire!

Tea Tree Face Spa
Maschera in tessuto imbevuta di estratti di Tea Tree e Menta Piperita per un'azione combinata: energizza e rinfresca mentre purifica e illumina la pelle del viso. Gluten Free, priva di derivati da noci e arachidi e di parabeni, è poco adatta alle pelli sensibili o ipersensibili vista l'alta concentrazione di oli essenziali potenzialmente allergizzanti e del Methyl PCA (combinazione di mentolo e acido carbossilico da pirrolidone).
INCI: Aqua, PPG-1-PEG 9 lauryl glycol ether, Glycerin, Hydrolyzed oats, Glucose, Sodium citrate, Glyceryl oleate, Coco-glucoside, Chondrus crispus, Menthyl PCA, Mentha viridis leaf oil, Melaleuca alternifolia leaf oil, Citric acid, Sorbitol, Propylene glycol, Limonene, Ascophyllum nodosum extract, Menthol, Arctostaphylos uva ursi leaf extract, Betula alba leaf extract, Achillea millefolium extract, Glucose oxidase, Lactoperoxidase.
Questa maschera è un ni, anche in relazione agli ingredienti non perfettamente in linea con la filosofia naturale del brand. Se vi serve una botta di freschezza, è il prodotto ideale: dopo 10 minuti il viso apparirà infatti pulito, rinfrescato, luminoso e morbido (è comunque consigliabile utilizzare una buona crema idratante dopo l'applicazione). La trovo però irritante e potrebbe causare bruciori a chi mal sopporta certi estratti.

Apricot Scrub
Ricca di mango, deterge e rivitalizza il viso rimuovendo le cellule morte grazie all'azione scrubbante dei microgranuli di nocciolo d'albicocca. La formulazione è completata dall'aloe vera, che ammorbidisce e lenisce i rossori. 
INCI: Aqua, Kaolin, Junglas regia shell powder, Glycerin, Glyceryl stearate SE, Bentonite, PVP, Prunus armeniaca seed powder, Prunus armeniaca kernel oil, Benzyl Alcohol, Xantham Gum, Mangifera indica fruit, Dehydroacetic acid, Aloe barbadensis leaf juice, Camellia sinensis leaf extract, Panax ginseng root extract, Oenothera Biennis flower extract, Citronellol, Geraniol, Hexyl cinnamal, Linalool.
Nonostante un INCI che potrebbe migliorare ulteriormente, eliminando l'antistatico, è una maschera da amare, per la doppia funzione nutriente ed esfoliante e il profumo da giardino dell'Eden. La consistenza è super densa, la texture cremosa e piena di microgranuli che, durante l'applicazione, aiutano nell'azione scrubbante. Dopo una decina di minuti si secca e diventa una maschera all'argilla a tutti gli effetti: va quindi risciacquata per ottenere una pelle luminosa e liscia.

Dead Sea Face SPA
Maschera in tessuto a base di sali del mar morto e alghe pressate, per donare un aspetto giovane e riposato ai visi stanchi e stressati.  Il mentolo rinfresca a dovere mentre i Sali del Mar Morto, ricchi di minerali, aiutano a rimuovere le cellule morte e le impurità, lasciando la pelle morbida e idratata.
INCI: Aqua, Glycerin, PPG-1-PEG-9 lauryl glycol ether, Hydrolyzed oats, Glucose, Sodium citrate, Parfum, Chondrus crispus, Sea salt, Menthyl PCA, Citric acid, Sorbitol, Propylene glycol, Menthol, Ascophyllum nodosum, Laminaria digitata extract, Chondrus crispus extract, Fucus vesiculosus extract, Glucose oxidase, Lactoperoxidase
E' quella che mi ha convinto meno in assoluto: ho mal sopportato l'effetto "ghiaccio" sul volto e anche la formulazione non mi ha fatto impazzire. La nota positiva è il tempo di posa brevissimo (solo cinque minuti) e il risultato finale, in cui il mio viso è apparso effettivamente riposato e fresco.

Well babies, spero che questo aggiornamento/mega review vi sia stato utile per farvi un'idea generale su queste famosissime maschere. Come avrete capito, le mie preferenze vanno a quelle realmente naturali, ovvero la Blemish Mud e la Virgin Olive, anche se non disdegno la Apricot Scrub: sono le tre che vi consiglio, se dovesse capitarvi di incontrale al supermercato. Per ulteriori informazioni e riferimenti, potete visitare la Pagina FB italiana di Montagne Jeunesse, il Sito internet (dove è possibile scegliere tra una varietà enorme di face masks adatte per ogni tipo di esigenza o gusto: le spedizioni sono molto rapide) o quello del distributore italiano.

*pr sample

2 commenti:

  1. Non sono male insomma, basta aver un occhio di riguardo per l' Inci e scegliere quella più "verde". Mi piacerebbe testarl, ma non le ho mai trovate negli ipermercati nei dintorni di casa mia...dovrò cercare meglio (ho letto che c' è il sito ma, sinceramente, dato che a quanto pare sono di facile reperibilità, non voglio rimetterci in spese di spedizione xD)

    RispondiElimina
  2. Esattamente. Il sito può essere utile infatti per la scelta preventiva delle maschere, consultando l'INCI. Per quanto riguarda la reperibilità, se hai difficoltà, puoi contattare direttamente l'URAGME (c'è il link a fine post) e chiedere loro dove le distribuiscono nella tua città (in modo da non girare a vuoto).

    RispondiElimina

I feedback sono importanti per migliorare questo blog e io adoro leggere i vostri commenti e le vostre opinioni. Vi prego però di non fare spam lasciando i vostri link: se volete farmi conoscere il vostro spazio, potete mandarmi un messaggio privato e io correrò a leggervi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...