[angolo toelette] ... di k-beauty, Skin18 & la Mirum Fresh fruit Blue Berry Mask { review }

1 comment
Okay, la mania per la k-beauty (alias skincare coreana) alla fine ha contagiato anche me. Vox populi, la donna è un animale curioso per natura - e io sono donna, ergo ... - perciò a costo di andare incontro a disastri di portata atomica, non capendo il più delle volte assolutamente nulla di quello che le fantasiose quanto divertenti traduzioni in italiano dei siti asiatici su cui fare acquisti ci propinano (la versione in inglese aiuta un po', ma non è che io brilli con le lingue eh), ho iniziato a comprare maschere in tessuto su maschere in tessuto. Nel frattempo ho anche aderito al programma #skin18challenge proposto dall'e-commerce Skin18, che mi ha dato la possibilità di ricevere una maschera a caso tra quelle del brand Mirum, provarla e recensirla.


Nel giro di un paio di settimane, ho ricevuto a casa un pacchettino contenente la Fresh Fruit Blue Berry Mask di Mirum, uno dei brand rivenduti sul portale Skin18, che tra l'altro propone una quantità davvero vasta di maschere in tessuto a prezzi vantaggiosi e spesso in offerta: il costo di questa maschera è infatti normalmente di 1,61 euro, ma attualmente è in offerta a 0,78. 


La serie Fresh Fruit di Mirum comprende una gamma di maschere in cotone 100% naturale che aderiscono bene alla pelle e assicurano un completo assorbimento degli ingredienti contenuti nella maschera. Il claim del brand afferma che la formulazione è costituita da una serie di estratti di erbe specifici per vari tipi di problemi, ma tutti adatti a donare idratazione e nutrimento alla pelle: non siamo però in presenza di prodotti ecobio ed è sempre bene tenerlo a mente quando ci si approccia a questo genere di referenze, dove le formulazioni totalmente verdi sono piuttosto rare.


Sul sito purtroppo non è riportato l'INCI (se c'è scritto sul retro del pack io di sicuro non l'ho capito) e anche se il cuore mi diceva che comunque non ne sarei stata particolarmente felice - dovendola comunque provare - me lo sono andato a cercare online:
Water, Glycerin, Butylene Glycol, Carbomer, Disodium EDTA, Allantoin, Dipotassium Glycyrrhizate, PEG-60, Hydrogenated Castor Oil, Blueberry Extract (25ppm), Sodium Hyaluronate, Methylparaben, Ceteth-1-20, steareth-20, Tocopheryl Acetate, Glyceryl Stearate, Cetearyl Alcohol, Neopentyl Glycol Dicaprate, Cetyl Ethylhexanoate, Phenoxyethanol, triethanolamine, fragrance.

Una volta aperta la busta, la maschera si presenta particolarmente ricca di siero e dall'intensissima profumazione di ribes, anche se si tratta di un aroma decisamente artificiale. Una volta applicata aderisce bene alla pelle e dona una sensazione di freschezza e piacevolezza durante il tempo di posa (circa 15-20 minuti). Dopo averla rimossa e aver massaggiato sul viso il siero rimasto fino ad assorbimento completo ho provato una leggera sensazione di calore, comunque non fastidiosa: la pelle comunque è risultata morbida e liscia al tatto, più luminosa e compatta.


Quindi, ricapitolando: tra i pro di questa maschera c'è sicuramente la gradevolezza durante l'applicazione e la buona perfomance finale, mentre tra i contro la presenza di ingredienti di origine sintetica (oltre al fatto che le istruzioni sono scritte in coreano, ma vabbè). La mia idea è quella di continuare l'esplorazione del mondo k-beauty dedicando una serie di articoli ai prodotti che provo (che ne pensate?): anyway, se anche voi siete curiose, questi sono i link di riferimento a Skin18:
*prodotto ricevuto a scopo valutativo dal sito nell'ambito del blogger program

1 commento:

I feedback sono importanti per migliorare questo blog e io adoro leggere i vostri commenti e le vostre opinioni. Vi prego però di non fare spam lasciando i vostri link: se volete farmi conoscere il vostro spazio, potete mandarmi un messaggio privato e io correrò a leggervi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...