[bagno in camera] Biofficina Toscana - Balsamo Corpo detergente al Miele { review }

1 comment
Ci sono dei periodi dell'anno - generalmente i mesi invernali - in cui io dimentico di essere donna. O meglio, costruisco la mia immagine femminile solo nelle parti lasciate scoperte dai maglioni di lana con cui mi infagotto, dai jeans, leggins, calze da 100 denari e via dicendo. In una parola, trascuro di espurgare le mie cosciotte chubby dai pelazzi

Se è pur vero (e per fortuna!) che l'inverno in Sicilia dura molto poco, è anche vero che - in conseguenza della mia negligenza pilifera - quando arriva il momento della consapevolezza, più o meno tra fine febbraio e inizio marzo, e capisco che è l'ora giusta per agire evitando che la mia riottosità alla depilazione mi trasformi nello Ieti o che io possa fare le treccine sulle gambe, lo strumento di tortura contemporaneo più diffuso tra le donne - il silk epil - diventa un incubo.

In altre parole: non so voi, ma quando mi depilo le coscie, dopo un paio di mesi, è come se tutti i ricettori del dolore si siano concentrati in quella porzione del mio corpo. E' un incubo, aggravato dal fatto che dopo cotanta sofferenza estirpatoria le mie gambe diventano un terreno di guerra, punteggiato da macchie rosse e bruciori vari. Per fortuna mi soccorre un prodotto fondamentale: il Balsamo corpo detergente al miele Biofficina Toscana, uno dei preparati cosmetici più deliziosi e innovativi del mio amatissimo brand.


Che cos'è: una crema detergente e idratante ottima per le pelli delicate, con formulazione ecobio al  miele ed olio bio toscani, estratti lenitivi ed emollienti, tensioattivi vegetali.
Cosa fa: deterge e idrata con una soffice, cremosa schiuma, lasciando la pelle vellutata e profumata.
Confezione e quantità: flacone in plastica da 200 ml, con PAO di 6 mesi
Prezzo: 10,50 euro
INCI: Aqua [Water], Sodium cocoyl isethionate, Stearic acid, Cocamidopropyl betaine, Glycerin, Lauryl glucoside, Mel/Honey*, Triticum spelta (spelt) seed water*, Avena sativa (Oat) kernel extract*, Olea europaea (Olive) fruit oil*, Malva sylvestris (Mallow) extract*, Parfum [Fragrance], Phenethyl alcohol, Sodium dehydroacetate, Ascorbic acid, Citric acid, Citrus aurantium amara (Bitter orange) fruit extract, Citrus reticulata (Tangerine) fruit extract, Citrus sinensis (Sweet Orange) peel extract, Lactic acid, Guar hydroxypropyltrimonium chloride, Sodium phytate. 
In una confezione come sempre bellissima, morbida e maneggevole, è contenuto un fluido miracoloso e dalla profumazione talmente incredibile che mi mancano (ed è un caso più unico che raro) le parole per descrivervelo. Io ci sento la vaniglia e lo zucchero caramellato, ma potrebbe essere una percezione olfattiva assolutamente personale. Tra le profumazioni dolci è comunque la migliore che abbia avuto modo di ciarare (leggi annusare) finora.

Ora, voi dovete sapere che chi scrive su questo blog è una donnina generalmente razionale, ma dotata di una impulsività arietina che si scatena in momenti di eccessivo entusiasmo o di incredibili arrabbiature, facendomi perdere il lume dell'intelletto. Succede quindi che, presa da un incontenibile desiderio di provare il neo arrivato in casa Biofficina (è una novità del 2014), io non abbia letto con precisione le indicazioni di utilizzo e, scambiandolo per una banalissima crema corpo, ne abbia fatto un uso improprio. Ovvero, ingannata dalla sua consistenza fluida e dalla facilità di assorbimento, me lo sono spalmato addosso dopo la fatidica depilazione feroce e massaggiato fino a completo assorbimento. Una deficiente, direte voi.


Il fatto che io non abbia subito alcuna controindicazione (nessuna allergia, rossore, prurito etc etc) ma anzi, al contrario, abbia trascorso il resto della giornata amenamente beata, sentendomi addosso questo profumo meraviglioso e avvertendo sulle mie coscie una setosità mai avuta prima, non fa che confermare che - nonostante l'errore commesso - il Balsamo corpo detergente al miele Biofficina Toscana è un prodotto ottimo e assolutamente non aggressivo, formulato con tensioattivi naturali e numerosi oli vegetali che fanno tanto bene alla pelle.

In realtà andrebbe usato - per l'appunto! - come detergente: una piccola quantità di prodotto in spugna o direttamente sulla pelle, da mettere sotto l'acqua, fare schiumare e risciacquare. La consistenza all'interno del flacone è morbida e vellutata al tatto, mentre con l'acqua si trasforma in una bella schiumetta spumosa. La sensazione è di immediato lenimento - la sua formulazione ricca di miele  è infatti incredibilmente emolliente  - ma, oltre all'azione idratante tipica di un balsamo, il prodotto è anche un ottimo detergente, che pulisce in profondità risparmiandoti però la fatica di spalmarti poi un burro corpo. In questo senso, e visto il formato non eccessivamente voluminoso, potrebbe essere la soluzione da viaggio perfetta, evitando di riempire la pochette di prodotti in più.

E voi? Che ne pensate di questa mia ultimissima passione? Vi incuriosisce? Lo avete mai provato? Vi ho fatto sganasciare dalle risate con la mia stupidaggine?

1 commento:

  1. Ciao e Grazie per il racconto tra serio e faceto! ;)

    RispondiElimina

I feedback sono importanti per migliorare questo blog e io adoro leggere i vostri commenti e le vostre opinioni. Vi prego però di non fare spam lasciando i vostri link: se volete farmi conoscere il vostro spazio, potete mandarmi un messaggio privato e io correrò a leggervi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...