[angolo toelette] ... dello Scrub viso esfoliante e purificante all'Aloe di Omia Laboratoires { review }

9 comments
Non tutte le ciambelle riescono col buco per cui, anche se generalmente mi ritrovo ad apprezzare e promuovere i prodotti firmati Omia Laboratoires, stavolta tra le fitte maglie della mia appassionantissima (!!!) rubrica dei flop del mercoledì è incappata proprio una referenza di questo brand. Si tratta dello scrub viso esfoliante purificante all'aloe vera: un prodotto a cui perdono diverse pecche solo perchè ha un profumo buonissimo, ma che sostanzialmente non consiglierei di acquistare nè tantomeno riacquisterei. E mo' vi spiego le 13 Reasons Why (no, sono sicuramente di meno, ma per ora sto in fissa con questa serie).


Per fare le cose per bene, ricordiamo all togheter che Omia è un brand certificato ICEA, con una gamma di prodotti abbastanza estesa, caratterizzato da un buon rapporto qualità/prezzo e facilmente reperibile nella grande distribuzione. Generalmente i suoi prodotti soddisfano le mie aspettative e sono contraddistinti da formulazioni semplici e ingredienti basic nella cosmesi naturale, ma non per questo meno efficaci. Questo scrub ad esempio - di cui esiste anche una versione all'Argan, che avevo pure acquistato e che misteriosamente è scomparsa nei meandri di casa mia prima che la potessi provare (forse si è data alla fuga?) - ha un INCI piuttosto snello e sulla carta più che accettabile, eppure stavolta non mi ha saputa convincere.


L'azienda lo descrive come un trattamento esfoliante e purificante che rimuove le cellule morte della superficie cutanea, favorendo la naturale rigenerazione della pelle, a base di aloe vera bio e microgranuli di jojoba, privo di parabeni, glicole propilenico, PEG, coloranti sintetici e ovviamente siliconi. La formula è approvata da Aideco e il prodotto è nickel, cromo e cobalto tested.
Confezione e quantità: tubetto in plastica morbida da 75 ml PAO: 6 mesi Certificazioni: ICEA Prezzo: 4-5 euro INCI: Aqua, Aloe Barbadensis Leaf Juice, Glycerin, Perlite, Xantham Gum, Hydrogenated Jojoba Oil, Caprylyl/Capryl Glucoside, Phenoxyethanol, Chondrus Crispus Powder, Sodium Benzoate, Tocopherol, Tetrasodium Gutamate Diacetate, Parfum
Come dicevo, la formulazione è caruccia e anche la profumazione, fresca e dolce, mi piace molto: è tutto il resto che non va bene. First of all, sebbene si dichiari effettivamente uno scrub leggero, trovo che lo sia davvero troppo: sarà la consistenza in gel, particolarmente scivolosa; sarà che, nonostante la presenza di sostanze abrasive come la perlite, la resa di fatto è molto scarsa, risultando adatto ad un peeling delicatissimo (e io, si sa, prediligo gli scrub semiscartavetranti, che mi danno soddisfazione), sta di fatto che a me è sembrato più un gel detergente con lieve azione esfoliante che un esfoliante con lieve azione detergente. 


Così, a guardare la foto, si avrà quasi l'impressione di avere di fronte un dentifricio: e in effetti non c'è quasi nessuna differenza, a livello di texture. I granuli abrasivi ad occhio si vedono ma sulla pelle praticamente non si sentono - e comunque sono pochi. La nota positiva è che dopo l'utilizzo la pelle appare sicuramente più pulita e rilassata, con un aspetto fresco.

Se si limitasse ad avere come unico difetto un'eccessiva delicatezza, potrei comunque alla fine dei conti promuoverlo, ma la verità è che questo scrub ha un difetto che non gli perdono: infatti, nonostante la dicitura "si risciacqua facilmente" l'ho trovato piuttosto antipatico da rimuovere, ritrovandomi granuli tra i capelli, sui bordi del viso, sulle sopraciglia, appiccicosissimi, praticamente idrorepellenti e impossibili da eliminare lavando semplicemente il viso. Il che rende questo prodotto poco funzionale e poco pratico. In definitiva: è troppo delicato, poco esfoliante ed è scomodo da usare, ma lascia la pelle morbida, non secca e non arrossata. Chi l'ha già acquistato - come me - potrà usarlo al posto del detergente viso quotidiano; a tutte le altre francamente lo sconsiglio.

Voi conoscete questo prodotto? Vi piace? Che ne pensate?

9 commenti:

  1. Utilizzo diversi prodotti Omia ma questo non l'ho mai provato. A questo punto non credo mai lo proverò perchè già per il fatto che è complicato da rimuovere lo odierei :(

    RispondiElimina
  2. Mamma mia, mi ricorda quegli scrub terrificanti Nivea Young che erano esattamente identici in resa e colorito! :SSSSSSS

    RispondiElimina
  3. Meno male che non l'ho acquistato allora! Ero tentatissima di provarlo, pur essendomi trovata male con la crema viso della medesima linea. E' inutile secondo me i loro punti forte sono le maschere per i capelli :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! Per il viso però io ho apprezzato molto anche il siero all'aloe, ricordo che mi piacque parecchio :)

      Elimina
  4. Non è stata una grave perdita il non trovare più nei meandri casalinghi il suo fratello all'argan, perchè io l'ho acquistato e, da come descrivi questo, ti posso dire che in sostanza non cambia nulla se non il colore marroncino anzichè verdino, e neanche a me è piaciuto, trovandolo appunto troppo delicato ed estremamente viscido e scivoloso, con successiva difficoltà di riscacquo...in sostanza, e un flop anche la referenza all'argan, che sto facendo fatica a finire e che non ricomprerò sicuramente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Immaginavo! Okay, diciamo che con gli scrub hanno toppato alla grande ..

      Elimina
  5. Uh mamma meno male che tempo fa l'ho lasciato lì dov'era... Ero parecchio tentata di prenderlo, ma non sapendo come fosse l'ho lasciato lì. Adesso ci rimarrà a vita sullo scaffale XD

    RispondiElimina

I feedback sono importanti per migliorare questo blog e io adoro leggere i vostri commenti e le vostre opinioni. Vi prego però di non fare spam lasciando i vostri link: se volete farmi conoscere il vostro spazio, potete mandarmi un messaggio privato e io correrò a leggervi!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...